Senden hat offenbar funktioniert, aber es wird noch ein Bestätigungsmail verschickt, sobald die Änderungen angekommen sind.
Es hat etwas nicht funktioniert. Bitte den Inhalt in Word (o.Ä.) kopieren und per Mail schicken.

Brief (033-00226)

Mil., 13 dic. 77.

Caro e riverito amico,

Ci sono, è vero, due edizioni del mio lavoro in cui è parlato anche dell'istro-rumeno; ma in realtà le due si confondono in una identica e sola; si tratta della stessa composizione tipografica degli 'Studi orientali ecc.', adoperata per una molto abondante tiratura a parte. Questa tiratura a parte gira il mondo sotto il titolo di Studj Critici, I., e nella copertina è indicato che il volumetto altro non è se non un Estratto dal vol. degli 'Studj orientali ecc.'. 1 L'Estratto abbraccia le pag. 281-420 di questo volume; è di pag. 142, e la corrispondenza delle numerazioni è questa: 3=281, 36=314, 116=394, ecc.

Ora giova piuttosto citare gli Studj Critici che non gli Orientali ecc. Perchè questo è uno dei casi, in cui l'accessorio s'è fatto molto maggiore del principale.

La ringrazio delle notizie che mi dà. Ma altre nuove, abbastanza autentiche, che vengono da Vienna, sono molto squallide.

E anche Lei, come il poeta, 'del più non si ricorda'? Cioè dimentica i Saggi bravugni? Ma io non li dimentico; e li aspetto e li annunzio.

Tutto Suo
G. I. A.


[1] G. I. Ascoli: Studj orientali e linguistici, Milano, 1861; Studj critici 1, Milano, 1861.