Senden hat offenbar funktioniert, aber es wird noch ein Bestätigungsmail verschickt, sobald die Änderungen angekommen sind.
Es hat etwas nicht funktioniert. Bitte den Inhalt in Word (o.Ä.) kopieren und per Mail schicken.

Postkarte (073-00260)

Mil., 29. 6. 86.

Amico pregiatissimo.-

Vi ringrazio di vivo cuore per il dono prezioso di cui mi rallegrate. Voi siete uno scrittore 'per davvero', e tutti dobbiamo invidiarvi.- Io ritornai ultimam.e da Roma, con sole 3 copie delle 'Lettere' (il resto della mia dozzina era come andato 'a ruba'), una delle quali doveva essere per voi, una per il Merlo e una per me. Ma questa del Merlo è finita.....a Bonna (Förster1); un'altra è passata alla stamperia dell'Archivio e non l'ho più riveduta; rimaneva la terza, o per voi o per me, e naturalm.e ho preferito voi.- Ora ho ricevuto il volume intiero, e vengo imbastendo una breve letterina, diretta a voi, che a suo tempo vi farò vedere, o manoscritta o sulle bozze, perchè vediate se sia il caso di consentirmene la stampa e perchè soprattutto mi diate la consolazione della vostra risposta, che si pubblicherebbe con le mie tre 'Lettere', per guisa da formarne la I.a punt.a del X.o vol. Avrete presto il compimento del IX.o. 2

Vogliate sempre bene

al v.ro affmo divmo
Asc.

Joh. Schmidt m'ha scritto una lett.a entusiastica intorno alle 'Lettere'. Anche il Delbrück ne è molto contento. 3

Altri giudizj non ne posso avere ancora.


[1] Wendelin Foerster (1844 - 1915), Linguist und Philologe, Professor in Bonn.

[2] Ascoli meint den ersten Teil des AGI 10 (1886-88), sowie den Schluß des AGI 9 (1886).

[3] Vgl. dazu D. Gazdaru: La controversia sobre las leyes fonéticas, in: Anales de filología clásica 4 (1947-49), 295-297 (Brief von Johannes Schmidt) und 271 f. (Brief von Berthold Delbrück).